“Vi lasciate o mi lasciate?” – Pellai, Tamborini | Come dire ai figli che ci si separa?

Vi lasciate o mi lasciate Pellai Tamborini Come dire ai figli che ci si separa

Vi lasciate o mi lasciate?” di Pellai, Tamborini è un libro scorrevole ed utile per gestire la separazione e riflettere su come dire ai figli che ci si separa.

Pellai e Tamborini con “Vi lasciate o mi lasciate” sono riusciti ad illustrare in un manuale di semplice lettura, adatto al grande pubblico una tematica molto complessa ed al giorno d’oggi molto frequente: la separazione tra i genitori.

“Vi lasciate o mi lasciate?” è proprio questa la domanda che si pongono i figli in caso di separazione dei genitori.

Il tema è trattato con estrema delicatezza e gli autori forniscono una serie di riflessioni, suggerimenti e spunti pratici.

“Imparare l’ottimismo – Come cambiare la vita cambiando il pensiero” – Martin E.P. Seligman

Imparare l'ottimismo - Martin E.P. Seligman

Imparare l’ottimismo” di Martin Seligman è un manuale veramente interessante sull’ottimismo e su come esso, soprattutto in questo momento storico, possa essere un utile ausilio nella nostra vita quotidiana.

Imparare l’ottimismo” sottolinea come, infatti, l’ ottimismo non sia una qualità innata, ma un modo di essere. L‘ottimismo si apprende ed è lo strumento necessario per migliorare radicalmente la qualità della vita.

“La terapia dell’umorismo” – R.Cerritelli

La terapia dell'umorismo Cerritelli

La terapia dell’umorismo” di Rino Cerritelli è un manuale veramente interessente sull’umorismo e su come esso, soprattutto in questo momento storico, possa essere un utile ausilio nella nostra vita quotidiana.

La terapia dell’umorismo” di Carocci Editore sottolinea come, infatti, l‘umorismo possa fornire un contributo importantissimo per un’equilibrata interazione tra psiche e corpo.

“Che ansia! Come controllarla prima che lei controlli te” – A. Ellis

Che ansia Come controllarla prima che lei controlli te

“Che ansia! Come controllarla prima che lei controlli te” è un libro molto interessante e fruibile di A. Ellis, psicologo statunitense e fondatore della Rational Emotive Behavior Therapy, importantissimo esponente della Terapia Cognitivo Comportamentale.

Il libro “Che ansia! Come controllarla prima che lei controlli te” rappresenta un ottimo “manuale” per gestire l’ansia con soluzioni, esempi e spunti di riflessione.

A.Ellis, fondatore della REBT, illustra come sia possibile tenere sotto controllo l’ansia attraverso la gestione delle aspettative irrealistiche che abbiamo su di noi, sugli altri e sul mondo.

“Comportamenti problema ed alleanza psicoeducative. Strategie per la disabilità mentale e per l’autismo” – D.Ianes, S. Cramerotti

Comportamenti problema e alleanza psicoeducative

Comportamenti problema ed alleanza psicoeducative. Strategie per la disabilità mentale e per l’autismo” è un ottimo manuale scritto da D.Ianes e S. Cramerotti.

Comportamenti problema ed alleanza psicoeducative. Strategie per la disabilità mentale e per l’autismo” può risultare un utilissima guida per approfondire la tematica dei “comportamenti problema”, tematica centrale per tutti gli operatori psicologi, educatori, tecnici della riabilitazione, personale scolastico e familiare che sono implicati nei processi educativi di bambini ed adulti con disabilità.

“Vincere le ossessioni. Capire e affrontare il disturbo ossessivo compulsivo” – Gabriele Melli

Vincere le ossessioni Capire e affrontare il disturbo ossessivo compulsivo Gabriele Melli

Vincere le ossessioni. Capire e affrontare il disturbo ossessivo compulsivo“di Gabriele Melli pur nascendo inizialmente come un libro di auto aiuto per chi soffre di DOC – Disturbo Ossessivo Compulsivo – si è mostrato come un ottimo contributo anche per gli addetti ai lavori.

Vincere le ossessioni. Capire e affrontare il disturbo ossessivo compulsivo“di Gabriele Melli affronta in maniera semplice, fruibile ma al contempo professionale il Disturbo Ossessivo Compulsivo dal punto di vista della Terapia Cognitivo Comportamentale.

Il testo è un manuale psicoeducativo per chi soffre di Disturbo Ossessivo Compulsivo, per i suoi familiari ma anche per operatori psicologi.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close