Disturbi dell’Alimentazione ed Emozioni.

Disturbi dell'Alimentazione ed Emozioni

I Disturbi dell’Alimentazione, conosciuti anche come DCA – Disturbi del comportamento Alimentare, riguardano circa il 3% della popolazione con un’incidenza maggiore nella popolazione femminile.

Molti studi si sono interrogati sulla genesi dei Disturbi dell’Alimentazione ed hanno identificato una combinazione di fattori biologici, temperamentali ed ambientali che possono essere identificati come fattori di rischio per tali patologie.

Ma che ruolo hanno le emozioni nello sviluppo e nel mantenimento dei Disturbi dell’Alimentazione?

Cibo grasso? E’ più buono!

cibi_grassi_800_800

Un contributo della Dott.ssa Claudia Distefano sulla testata giornalistica in collaborazione con Alessandro Borghese www.paginafood.it

Il cibo grasso? E’ più buono!

Cliccate sul link e Scoprite perchè  ;)

Perfezionismo e bassa autostima nell’anoressia nervosa.

Perfezionismo-e-bassa-autostima-nell'anoressia-nervosa

Perfezionismo e bassa autostima sono comuni nell’anoressia nervosa anche in stato premorboso, cioè prima dell’esordio del disturbo. Così oltre a costituire caratteristiche individuali predisponenti, perfezionismo e bassa autostima, rappresentano insidiosi meccanismi di mantenimento della patologia che ostacolano il cambiamento.

L’autostima generalmente migliora a fine trattamento anche se non esplicitamente affrontata, diverso è per il perfezionismo.

Mangiare sano fa bene al corpo ed alla mente?

Mangiare-sano-fa-bene-al-corpo-ed-alla-mente

Un contributo della Dott.ssa Claudia Distefano sulla testata giornalistica in collaborazione con Alessandro Borghese www.paginafood.it

Mangiare sano fa bene al corpo ed alla mente?

Ecco la risposta.

 

Neurobiologia del Comportamento Alimentare

Neurobiologia-del-comportamento-alimentare

Come la neurobiologia influisce sul nostro comportamento alimentare?

Quali sono i correlati neurobiologi dell’alimentazione?

Nella neurobiologia del comportamento alimentare hanno sicuramente un ruolo fondamentale due neurotrasmettitori noti come la serotonina (5HT) e la dopamina (DA).

Disturbi del Comportamento Alimentare: caratteristiche e come riconoscerli.

Disturbi-del-Comportamento-Alimentare-le-caratteristiche-distintive-e-come-riconoscerli.

Il DSM IV (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali) riporta tre categorie di Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA): Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa e Non Altrimenti Specificati (NAS).

I Disturbi del Comportamento Alimentare presentano alcune caratteristiche distintive.

Ma come riconoscere l’Anoressia o la Bulimia?

Per fare diagnosi di Anoressia sono imprescindibili dei criteri specifici: il rifiuto di mantenere il peso corporeo al di sopra o al peso minimo normale per età e statura, un’intensa paura di acquistare peso anche quando si è sottopeso, l’eccessiva influenza di peso e forma corporea sul livello di autostima e l’amenorrea, ovvero l’assenza di almeno tre cicli mestruali.

La Bulimia, in cui allo stesso modo i livelli di autostima sono influenzati dalla forma del corpo e dal peso, è caratterizzata invece da ricorrenti abbuffate e condotte compensatorie (vomito autoindotto, uso di lassativi/clisteri/diuretici, eccessiva attività fisica) per prevenire l’aumento di peso, che si verificano in media almeno due volte a settimana per tre mesi.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close