Psicologo di Base: lo Psicologo contro la crisi.

Lo-psicologo-di-base-lo-psicologo-contro-la-crisi

L’articolo “Psicologi contro la crisi. Quota 100 mila nel 2016. Utili alla sanità, ma non ci sono soldi per pagarli” è stato scritto dal Dario Di Vico sul Corriere della Sera di Giovedì 4 Luglio 2013 è rappresenta un ulteriore contributo per la riflessione inerente lo Psicologo di Base.

Lo Psicologo di Base si potrebbe configurare come una strategia vincente per far fronte alla crisi ed alle ripercussioni che questa sta portando nella quotidianità di tantissime persone; pensiamo per esempio a tutti coloro che avendo perso il lavoro hanno parallelamente perso la motivazione e la prospettiva di una soddisfacente vita futura; a coloro che decidono di far ricorso ad atti estremi ed a coloro che non tollerando l’incertezza vanno incontro a svariati disturbi di natura psicosomatica.

Nel 2016 gli psicologi arriveranno a quota 10.000. Potenzialmente sarà presente uno psicologo ogni 740 abitanti. Tuttavia come riportato nel titolo dell’articolo “non ci sono i soldi per pagarli”.

Al contrario non è detto che più psicologi equivalgano a più spesa pubblica, in quanto se il medico di base fosse affiancato da uno Psicologo – Psicoterapeuta in primo luogo si andrebbe incontro e si accoglierebbe la domanda di salute dei cittadini nell’ottica della collaborazione e dell’interesse dei cittadini; in secondo luogo si ridurrebbe la spesa sanitaria relativa a prescrizioni non funzionali.

Cosa emerge, quindi, per la figura dello Psicologo di Base?

Lo Psicologo di Base rappresenterebbe, come descritto nella proposta di legge del Febbraio 2010, una utilissima risorsa per il benessere della comunità e dei singoli cittadini, per la prevenzione della depressione, dello stress e delle moderne patologie, che portano tra l’altro a divorzi, omicidi e devianza giovanile”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close