L’empatia: cos’è e come aiuta il rapporto terapeutico

empatia e raporto terapeutico

L’empatia è un costrutto attualmente molto presente nel panorama psicologico. Per empatia si intende la capacità della persona di comprendere il vissuto emotivo dell’altro, di immedesimarsi nelle emozioni altrui, senza però farsene invischiare.

Essa può essere descritta come un processo emotivo, cognitivo e affettivo; una modalità di “essere con l’altra persona”.

L’empatia ha un ruolo essenziale all’interno di un rapporto terapeutico efficace e funzionale in quanto si mostra come una “conoscenza intuitiva tramite l’immedesimazione del vissuto altrui” (Fornaro, 2014).

Essa, infatti, gioca un ruolo importantissimo in tutte le relazioni sociali ed in particolar modo nella relazione paziente/terapeuta in quanto consente al paziente di sentirsi pienamente accolto e rispecchiato, da un lato, e dall’altro lato permette al terapeuta di comprendere a pieno i vissuti, le emozioni e le cognizioni sottostanti.

Nella ricerca psicologica molto interessanti sono i contributi derivanti da Tisseron, il quale la descrive come un “accudimento che contiene” in quanto scrive “per trovare il coraggio di esplorare aspetti complessi o spiacevoli di noi stessi abbiamo bisogno di sentirci seguiti e contenuti“.

Ecco, è questo l’aspetto centrale del rapporto terapeutico, condizione sine qua non per la promozione del cambiamento e del miglioramento terapeutico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close