Depressione Post Partum: l’altra faccia della maternità.

mother's tenderness

Diventare mamma: tutti la descrivono come un’esperienza meravigliosa. La donna, tuttavia, si trova a dover affrontare un’esperienza del tutto sconosciuta!

Dopo il momento del parto la “Neo-Mamma”, che ha già affrontato una grandissima sfida, ovvero quella del “riconoscimento del neonato come del proprio bambino”, si trova dinanzi ad altre innumerevoli prove.

Molto spesso queste prove sono rese più difficili da alcune credenze che la stessa “Neo – Mamma” si è creata durante tutti i nove mesi di gravidanza; come ad esempio: “Sarò una madre perfetta”, “Saprò da subito capire il mio bambino”, “Fare la mamma è un’esperienza meravigliosa e sempre gratificante” “Fare la mamma significa mettere sempre prima le esigenze del bambino alla proprie”.

Escludendo la volontà di negare tali credenze, bisogna tuttavia sottolineare che la maternità possiede luci ed ombre.

Infatti dopo il parto può accadere che la Giovane Mamma non si senta poi così felice ed entusiasta, non si veda come adeguata nei confronti del suo piccolo bimbo, pianga senza motivo o abbia scoppi di irritabilità. Tutti questi comportamenti rientrano in quel fenomeno, che più comunemente è definito “Depressione Post – Partum”.

Tale tipologia di depressione definita appunto “Post – partum”, ovvero dopo il parto, è una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce molte donne a partire dal terzo o quarto giorno seguente la gravidanza.

Trai i sintomi maggiormente frequenti riconducibili alla Depressione Post Partum si ricordano:

  • Tristezza e pianto, con frequenti cambi di umore e perdita di interesse per la maggior parte delle attività
  • Disinteresse per il bambino e/o paura di fargli del male
  • Affaticamento ed astenia, sensazione di esaurimento
  • Sentimenti di disperazione
  • Insonnia
  • Mancanza di appetito.

Di fronte a questi sintomi la Neo – Mamma non deve spaventarsi! La succitata sindrome, che colpisce più del 10% della popolazione femminile, è dovuta a cause ben precise e può essere affrontata con successo.

Tra le cause principali della Depressione Post Partum si ricordano:

  • fattori biologici, come ad esempio i cambiamenti ormonali indotti dalla gravidanza;
  • fattori psicologici e di natura sociale, come il repentino cambiamento di ruolo per la donna da “essere figlia” ad “essere madre” di una creatura totalmente indifesa e dipendente da lei, la mancanza di supporto emotivo all’interno della propria famiglia, la presenza di una “coppia genitoriale fragile”,…

Ma come superare la Depressione Post Partum?

Sicuramente utile sarà per la giovane mamma circondarsi di persone care, di amici e di tutto il supporto emotivo all’interno del proprio nucleo familiare.

Sarà anche utile cercare di confrontarsi il più possibile con alte giovani madri ed, in secondo luogo, cercare di ridimensionare le aspettative verso se stesse.

Tuttavia se i sintomi sono presenti per più di due settimane e con una entità “allarmante si consiglia di rivolgersi ad uno specialista al fine di ottenere consulenza psicologica ed adeguato trattamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close