Cos’è lo stalking? Una definizione.

Cos'è lo stalking

Il termine “Stalking” deriva letteralmente dall’inglese “To Stalk”, ovvero fare la posta. Citando la letteratura scientifica lo Stalking è identificabile come “un insieme di comportamenti ripetuti ed intrusivi di sorveglianza, di controllo, di ricerca di contatto e comunicazione nei confronti di una vittima che risulta infastidita e/o preoccupata da tali attenzioni e comportamenti non graditi” (Pathè, Mullen 1997).

Cos’è lo stalking?

Il termine stalking, quindi, indica il comportamento di colui che minaccia o molestia qualcuno con atti ripetuti ed idonei a procurare un perdurante e grave stato di ansia e paura, nonché ad ingenerare un fondato timore per la propria incolumità, tanto da costringere la “vittima” a cambiare proprie scelte o abitudini di vita quotidiana.

All’interno di tali comportamenti è facile riscontrare: comunicazioni indesiderate, come lettere, telefonate, sms ed email; contatti indesiderati, come appostarsi sotto casa della vittima, inseguirla, svolgere le sue stesse attività; e comportamenti associati, tra i quali si annoverano condotte utili a controllare la vittima come per esempio cancellare servizi intestati alla vittima (luce, telefono, gas,..) o ordinarle beni di consumo (cibo, regali,..).

Lo stalking, quindi, si compone di una svariata serie di comportamenti che vanno dalla raccolta di informazioni presso amici e/o conoscenti, passando per persistenti contatti o ricerca di contatti, fino ad arrivare alla messa in atto di comportamenti vandalici, ai danneggiamenti, alle aggressioni fisiche e/o sessuali ed infine a veri e propri casi di omicidio.

In molti Stati sono disponibili studi statistici su tale fenomeno. Sebbene i precitati studi ci diano solo una vaga idea di come il fenomeno sia diffuso, in quanto provengono il più delle volte da statistiche degli uffici di polizia o di quelli giudiziari, è bene sottolineare come essi rilevino comunque un fenomeno in forte crescita.

In Italia una importante ricerca di tipo epidemiologico è stata condotta dall’Osservatorio Nazionale sullo Stalking (www.stalking.it) nel periodo che va dal 2001 al 2007 in 16 regioni con un campione di 9600 interviste. I dati hanno mostrato come circa il 20% della popolazione sia o comunque sia stata vittima di stalking. Le vittime sono per l’80% di sesso femminile e nel 70% dei casi hanno avuto esisto psicologico e relazionali gravi. È emerso inoltre come non esista un profilo specifico della vittima. Il fenomeno, inoltre, è riscontrabile nel 55% dei casi all’interno della relazione di coppia, nel 25% nelle relazioni amicali e/o di vita quotidiana, nel 15% nel contesto lavorativo e nel 5%, infine, all’interno della famiglia allargata.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close